Per i prodotti editoriali, devo indicare nello stampato il nome dello stampatore?

La legge sulla stampa 8 febbraio 1948 n. 47, articolo 2, obbliga l’editore ad indicare sullo stampato il luogo, l’anno, il nome e il domicilio dello stampatore. Per questa ragione, consigliamo all'editore di controllare sempre che il file inviato per la stampa riporti l'aggiornamento dell'ultimo stampatore.
 
pubblichiamo l'incipit della legge, fino all'esplicazione di quanto indicato.
 
LEGGE SULLA STAMPA - Legge 8 febbraio 1948 n. 47
Sab, 02/07/1988 - 16:05 da odg
DISPOSIZIONI SULLA STAMPA
 
1. DEFINIZIONE DI STAMPA O STAMPATO
Sono considerate stampe o stampati, ai fini di questa legge, tutte le riproduzioni tipografiche o comunque ottenute con mezzi meccanici o fisico-chimici, in qualsiasi modo destinate alla pubblicazione

2. INDICAZIONI OBBLIGATORIE SUGLI STAMPATI
Ogni stampato deve indicare il luogo e l'anno della pubblicazione, nonché il nome e il domicilio dello stampatore e, se esiste, dell'editore.  I giornali, le pubblicazioni delle agenzie d'informazioni e i periodici di qualsiasi altro genere devono recare la indicazione:
del luogo e della data della pubblicazione;
del nome e del domicilio dello stampatore;
del nome del proprietario e del direttore o vice direttore responsabile.
All'identità delle indicazioni, obbligatorie e non obbligatorie, che contrassegnano gli stampati, deve corrispondere identità di contenuto in tutti gli esemplari.
[...]